Panificio Giuliani dal 1968

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Il Panettone

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Classico dolce natalizio italiano. Chi scoprì il panettone, secondo la tradizione italiana? Le origini del panettone sfumano a tratti nella leggenda. Sono due le storie che godono di maggior credito. 1) Messer Ughetto degli Atellani, falconiere, abitava nella contrada delle Grazie a Milano. Innamorato di Algisa, bellissima figlia di un fornaio, si fece assumere da lui come garzone e, per incrementare le vendite, provò a inventare un dolce: con la migliore farina del mulino impastò uova, burro, miele e uva sultanina. Poi infornò. Fu un successo strabiliante, tutti vollero assaggiare il nuovo pane e, qualche tempo dopo, i due giovani innamorati si sposarono e vissero felici e contenti. 2) Il cuoco al servizio di Ludovico il Moro fu incaricato di preparare un sontuoso pranzo di Natale, a cui erano stati invitati molti nobili del circondario, ma il dolce, dimenticato nel forno, quasi si carbonizzò. Vista la disperazione del cuoco, Toni, un piccolo sguattero, propose una soluzione: “Con quanto è rimasto in dispensa – un po’ di farina, burro, uova, della scorza di cedro e qualche uvetta – stamane ho cucinato questo dolce. Se non avete altro, potete portarlo in tavola”. Il cuoco acconsentì e, tremante, si mise dietro una tenda a spiare la reazione degli ospiti. Tutti furono entusiasti e al duca, che voleva conoscere il nome di quella prelibatezza, il cuoco rivelò il segreto: “L’è ’l pan del Toni”. Da allora è il “pane di Toni”, ossia il panettone.

Il nostro panettone è impastato con: farina, lievito naturale madre, burro,  zucchero, uova fresche, uvetta, canditi, e alcuni ingredienti segreti come è nella tradizione di un buon pasticcere.

Le  cinquanta ore ore di lavorazione, la cura e la qualità delle materie prime, oltre all'assenza di qualsiasi conservante o addittivo chimico, differenziano il nostro panettone artigianale dalle produzioni industriali.

Una curiosità: tutti i panettoni, appena vengono sfornati, devono essere capovolti, affinchè non si "siedano"...i nostri no...non hanno bisogno di essere capovolti. Questa caratteristica è dovuta alla qualità del nostro lievito naturale madre. Evitiamo, in questo modo, una mole di lavoro non indifferente e degli spiacevoli "buchi" nella parte inferiore del panettone.

lingua | language | langue

Cerca

Logo Panificio Giuliani

Please publish modules in offcanvas position.